Il Portale Telematico EUROMEDI.NET.

E’ dedicato alla diffusione broadcasting dei molteplici contenuti del data-base accumulato dalla MdM. Sul piano tecnico il portale sarà attrezzato con i dispositivi più avanzati della “convergenza digitale”. Esso potrà pertanto utilizzare input elaborati in formato diverso, per tradurli nel formato idoneo alle diverse modalità di erogazione esistenti nello spazio euromediterraneo: radio e tv tradizionali (in rete terrestre o satellitare), INTERNET, e, tendenzialmente, web-tv. Il servizio “broadcast” sarà supportato dalla medesima impiantistica che, contemporaneamente, supporterà i servizi di carattere INTRANET (democrazia elettronica, networking tecnico-scientifico, come riepilogati al par.3.3.3.) in modo da massimizzarne i rendimenti tecnico-finanziari.

Per l’alimentazione dei contenuti del portale opereranno le quattro redazioni tematiche cui si è fatto cenno più sopra, a ciascuna delle quali corrisponde una linea editoriale del Portale[1]:

 

1.    Una prima linea editoriale del portale avrà caratterizzazione culturale di impianto generalista, nel senso che offrirà, in maniera chiara e guidata, link di accesso a contenitori informativi prodotti indipendentemente da molteplici editori dello spazio euromediterraneo. Questa sezione (che costituisce sostanzialmente un palinsesto critico e di rapida consultazione della produzione già disponibile in rete), ha lo scopo di offrire una panoramica il più possibile esaustiva della cultura euromediterranea in divenire, nelle aree delle performing arts, del costume, della letteratura e della filosofia (secondo un’organizzazione tematica che descriveremo con maggior dettaglio più volte, con riferimento al museo del Mediterraneo). La redazione culturale provvederà alla individuazione dei contenuti rilevanti, alla loro analisi e classificazione, nonché, ove occorra, alla traduzione di testi. Questa redazione composita, con il tempo, accumulerà un gigantesco “data-base” sedimentando i migliori apporti tematici desunti dalla rete, e potrà quindi, in una seconda fase essa stessa proporre rivisitazioni “storico-critiche” dei percorsi di crescita della cultura euromediterranea, offrendoli sul mercato televisivo dell’entertainment.

 

2.    Una seconda linea editoriale avrà caratterizzazione tecnico-scientifica, e costituirà in sostanza, come si è già più volte accennato, lo sviluppo editoriale dei contenuti applicativi che maturano nell’ambito delle Aree Tematiche della MdM. Questa sezione tematica potrà essere fruita a due livelli. Un primo livello di carattere scientifico e specialistico è destinato a far circolare presso la comunità degli operatori interessati acquisizioni tecniche, proposte e metodiche di intervento. Ciò con la finalità prevalente di consolidare ed estendere il mondo di professionisti, amministratori, uomini di scienza, convinti della praticabilità di un approccio “mediterraneo” ai temi dello sviluppo. Un secondo livello di fruizione sarà invece di carattere divulgativo e popolare in più lingue, e si rivolgerà all’utenza delle famiglie (attraverso cessioni di programmi a reti televisive) ed alla utenza giovanile (attraverso WEB ed edizioni a stampa progettate per le scuole). La finalità è quella di concorrere ad una alfabetizzazione su vasta scala, strutturata e su basi comuni, concernente i temi dello sviluppo scientifico e tecnologico, le trasformazioni ambientali, la trasformazione sociale tecnica ed economica di territori e città della regione, etc.. L’idea è che larga parte della tensione interculturale esistente nel Mediterraneo si debba anche alla ignoranza, alla incomprensione, alla incertezza che individui e comunità provano in relazione alle trasformazioni che il progresso introduce nei modelli di vita, ed al senso di frustrazione che ne deriva per l’impossibilità di assumere un cosciente comportamento adattativo (se non trasformativo) di fronte all’evoluzione dello scenario. Alcuni prodotti di questa sezione pedagogica del portale confluiranno anche nel Museo virtuale di cui si dirà più oltre.

 

3.    Una linea editoriale di carattere istituzionale assolverà, in estrema sintesi, al ruolo di  portavoce della MdM. Pertanto, essa provvederà ad allestire ed emettere in WEB materiali utili ai rapporti con i media indipendenti, alla integrazione con le azioni svolte da altre organizzazioni di partenariato internazionale, al rapporto con i sistemi istituzionali e statuali.  Al centro di questa attività editoriale vi saranno due missioni prevalenti. La prima concerne la divulgazione dei contenuti del dibattito che la MdM promuoverà con le proprie attività di interlocuzione politico-istituzionale (cfr. cap 3.2) ed in particolare quelli che attengono al dibattito sui temi della sicurezza e della risoluzione dei conflitti armati. Lo scopo non è solo informativo, ma è anche quello di allargare il campo della discussione ed arricchirne gli apporti da parte di operatori ed uomini della cultura. La seconda concerne la divulgazione esaustiva di materiali descrittivi del procedere della integrazione euromediterranea, con lo scopo di dare luogo ad un allargamento del dibattito valutativo. In un caso e nell’altro il Portale EUROMEDI.NET svilupperà il potenziale analitico-operativo della MdM, aggiungendovi, attraverso lo strumento dei “forum telematici” l’immenso potenziale di intelligenza diffuso nella rete, e raccogliendo le opinioni, le analisi e le manifestazioni di volontà politica espresse dai portatori di interessi locali e settoriali.

 

4.    La linea editoriale di caratterizzazione informativa nasce per intervenire sulla informazione di attualità (news, approfondimenti, reportages) riguardante la trasformazione sociale e civile dei popoli della regione, le migrazioni, le riorganizzazioni dei sistemi produttivi, i percorsi di affermazione politica, i rapporti tra etiche e religioni. La MdM ritiene che, con riferimento alla regione mediterranea, sussista oggi una condizione speciale di arretratezza dell’offerta informativa, a fronte di una domanda sociale che è già attualmente importante, e che ancora più lo sarà con il procedere dell’integrazione. Questa situazione è con ogni probabilità dovuta alla circostanza di oligopolio editoriale che si registra nel mercato della notizia a mezzo stampa (poche agenzie di news con capacità di copertura credibile della regione),  ed alla circostanza di duopolio editoriale che si registra nella copertura video-news (due sole agenzie, la Reuter e la AP, in grado di coprire credibilmente la regione). Questa situazione genera notizie a prezzi unitari non giustificati, e di caratterizzazione editoriale non condivisibile nella coscienza comune delle popolazioni mediterranee (enfasi sui contrasti bellici, sulle emergenze criminali, totale trascuratezza nell’approfondimento delle evoluzioni socio-politiche, culturali, etc.). La MdM ritiene di poter concorrere almeno in parte questo ritardo dei mercati in virtù delle grandi opportunità relazionali di cui dispone: credito presso governi ed istituzioni a tutti livelli, collegamenti con professionisti di primo piano dell’editoria, del giornalismo e della cultura in tutti i Paesi del Mediterraneo.

La MdM, oltre a sviluppare un’azione di promozione e marketing presso i media esistenti (stimolando cioè l’estensione degli spazi editoriali dedicati alla informazione su tematiche euromediterranee, attraverso una campagna dimostrativa delle aspettative di mercato), darà luogo ad una propria attività editoriale volta ad abbassare il costo di accesso alle fonti ed a stabilizzare il flusso delle informazioni. Gli utenti saranno sia “rivenditori” di informazioni (editori stampa e tv, in particolare quelli di minore capacità finanziaria) sia utenti finali dotati di accesso ad INTERNET.

Il Portale EUROMEDI.NET costituisce il supporto per questa strategia. La sezione informativa disporrà di una redazione “stampa” ed una redazione “video-news”.  Esse provvederanno:

-         A concentrare ed elaborare ogni utile vettore informativo già esistente (promuovendo attivamente accordi di sindacation);

-         Ad aumentare con redazioni e corrispondenti all’estero la copertura e l’approfondimento sui fatti di attualità (integrando nella rete redattori indipendenti, o diramando team redazionali della MdM);

-         A produrre dibattiti ed approfondimenti analitici sulle trasformazioni storiche dei popoli (le migrazioni, le riorganizzazioni politiche e statuali, le trasformazioni economiche e sociali, i movimenti di emancipazione, etc.);

-         Ad elaborare (attraverso un servizio di back-desk contrattato con gli utenti-editori) pagine o video-stream sui temi di attualità da divulgare attraverso testate già esistenti.

 

Entrambi i palinsesti saranno disponibili via INTERNET, fatti salvi, naturalmente i servizi acquistati in esclusiva. La rete telematica di MdM, disporrà della capacità connettiva per diramare immagini live, che gli acquirenti potranno poi diffondere attraverso tv.

I servizi saranno resi disponibili in numerose lingue simultaneamente (l’italiano, l’arabo, l’inglese, lo spagnolo, il francese, il turco, le lingue slave), destinandolo sia verso i network professionali, sia verso l’utenza televisiva.

 

 



[1] Seguendo la terminologia più in uso il Portale EUROMEDI.NET può essere definito come l’aggregato di quattro “vortali” di approfondimento tematico.